“ Quarto potere ” di Orson Welles: “il più grande film di tutti i tempi”

4.AParlare di “Citizen Kane” (titolo originale dell’opera di Orson Welles, traslato nell’edizione italiana del film in “Quarto potere”) vuol dire raccontare la storia del cinema con la ‘S’ maiuscola; l’importanza capitale che ha avuto e continua ad avere questa pellicola nella storia della cinematografia contemporanea per  sceneggiatura, scelte stilistiche, modo innovativo e rivoluzionario dell’uso della macchina da presa, complessità narrativa e incredibile attualità è stupefacente, nonostante il lungometraggio sia stato effettivamente distribuito nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti d’America nientemeno che nel lontano 1941. A dirigerlo vi troviamo un vero e proprio enfant prodige, quell’Orson Welles che viene chiamato dalla casa di distribuzione RKO a Hollywood per girare il suo primo film all’età di appena 24 anni, dopo il suo celebre scherzo al programma radiofonico della “Guerra dei Mondi” che terrorizza e manda nel panico più totale gli ascoltatori radiofonici americani dell’epoca. Per dirigere questo lungometraggio gli viene essenzialmente data carta bianca dalla casa produttrice – circostanza davvero unica e raramente riscontrabile nella storia del cinema – e Welles si ritrova a svolgere contemporaneamente le vesti di regista, attore (è proprio lui che interpreta il protagonista del film), produttore e sceneggiatore.

articolo di Marciano Sntosuosso

 

Leggi l’articolo completo sul Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website