“Neutrini e neuroni in salsa folle”

“Erbolario del fantastico, bestiario della realtà.
Vinavil dell’immensamente grande e  infinitesimamente piccolo.
Adatto a tutte le età, sessi, religioni e sentimenti.
Politicamente scorretto, religiosamente laico.
Attivante per ogni interpretazione personale.
Stimolante per commenti denigranti.
Propedeutico allo studio della realtà paradossale.
Indicato a chi sogna nuovi modi e nuovi mondi e per chi vuole iniziare.
Consigliato a chi non invecchiera’ mai  perché  fatto di materia universale.”

 

Schermata 2015-06-26 alle 02.36.13Sono queste le Indicazioni per la guida alla lettura della raccolta di racconti e composizioni di Alberto Zaccagni che vi presentiamo in esclusiva su Artim Magazine. Una serie di novelle e poesie liberamente ispirate alla filosofia delle particelle e alla fisica del pensiero, una miscela di universi e mondi paralleli con un centro comune – l’essere umano – che vi somministreremo a dosi  per i prossimi numeri.

Primo racconto della serie e’ “La caverna delle meraviglie” dove storie di mondi passati e presenti, diversi e paralleli, si rincorrono come in una spirale, al centro della quale la ‘caverna’ rappresenta entrambi i lati di una stessa medaglia, costituita dall’umanità e dalla storia delle sue scelte più sagge e scellerate.
Ne “I neutrini dell’anima” un flusso di pensieri viaggia nei meandri dell’universo e dell’uomo in una sorta di alchimia universale. Un’ode alla parte e al tutto.

racconti di Alberto Zaccagni – immagine di thelunch_box

 

Leggi l’articolo completo sul Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website